26 DICEMBRE IL TRADIZIONALE SANTO STEFANO PUGILISTICO AL PALAHOCKEY FANTICINI

18 Dicembre 2017

Il pugilato reggiano è pronto a chiudere col botto un altro anno di intensa attività corredata da ottimi risultati, con il tradizionale ‘Santo Stefano Pugilistico’ al Palahockey, ma progetta già un 2018 che potrebbe vedere il grande ritorno del professionismo in città, con il possibile salto di Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, George Painstil e Francesco Vulcano.

Martedì 26 dicembre sul ring del Palahockey, con primo colpo di gong alle ore 16, andrà in scena il tradizionale ‘Santo Stefano Pugilistico’  nel quale combatteranno undici tra i migliori giovani pugili reggiani contro pari categoria provenienti da Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. 

Si tratta dell’undicesima manifestazione organizzata nell’anno a Reggio e dintorni da Sergio Cavallari e dalla Boxe Tricolore Olmedo: un numero record, al quale si aggiungono i 37 pugili tesserati che tutti i giorni si allenano duramente insieme ai maestri Michael Galli, Massimo Bertozzi e Valentino Manca nella palestra dello stadio Mirabello, i quasi 150 incontri da loro disputati nel 2017 con circa l’80% di risultati positivi ed i 14 titoli vinti.

In attesa dell’uscita annuale delle classifiche federali, da cui si capirà se la Tricolore Olmedo è riuscita a migliorare l’ottavo posto nazionale del 2016 (su oltre 800 società attive) ed a confermare il primato regionale per il quarto anno consecutivo, Cavallari insieme ai tecnici, al direttore sportivo Luca Quintavalli ed al presidente Franco Gualerzi sta già programmando un 2018 pieno di importanti novità. Su tutte, il grande ritorno del professionismo a Reggio, con un salto di qualità ulteriore per tutto il movimento.

Cavallari, pur avendo negli ultimi anni concentrato gli sforzi sulla piazza di Reggio, non ha mai abbandonato il professionismo, gestendo insieme al procuratore sportivo Francesco Ventura una ventina di pugili su tutto il territorio italiano (i quali nel 2017 hanno conquistato due titoli italiani con Loriga nei welter e Federici nei massimileggeri). Ma l’obiettivo è quello di rilanciare la gloriosa tradizione reggiana, che parte dal grande Gino Bondavalli passando per la generazione dei Bertozzi, Manca, Guidelli, Iodice che negli anni 90 ha fatto incetta di titoli. I tre profili individuati come già pronti per iniziare a ripercorrere le loro gesta sono quelli di - ovviamente - Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, peso piuma maglia azzurra, campione regionale in carica e vincitore del Guanto d’Oro, di George Painstil, peso medio campione regionale il cui modo di combattere spettacolare ed aggressivo ben si presta al pugilato pro, e di Francesco Vulcano, uno degli ultimi acquisti della palestra, peso leggero campione regionale.

Oltre a loro, il 26 al Palahockey combatteranno Lin Ziyen, Ivan Goretchii, Samuel Serradimigni, Geremia Grisetti, Andrea Truffi, Luca Arduini, Ion Grecu, Amro Amin e Owie Sarodon.

 

 

Nelle foto dall’alto: Mattia Lo Spartano De Bianchi con i maestri Galli e Bertozzi; Francesco Vulcano, George Painstil