ANCORA SPETTACOLO PER LA BOXE TRICOLORE OLMEDO AL PALAHOCKEY!

28 Settembre 2014

Grande spettacolo sabato al Palahockey, con la serata di pugilato organizzata dalla Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari.

Un nome sopra tutti: quello di Eric 'Dynamite Kid' Bondavalli, poi votato come miglior pugile della serata.
L'allievo dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi ha dato vita con il veneto Samuele Zanchi ad un match di rara intensità, accompagnato dagli applausi del pubblico reggiano. Erik ha superato un'altra durissima prova, mostrando di avere tutte le carte in regola per arrivare ai vertici dei campionati italiani, prima i regionali a novembre e poi gli italiani assoluti a dicembre. Al Palahockey ha dovuto tirar fuori il meglio di sè per battere un guerriero esperto e smaliziato come Zanchi, il quale si è aggiudicato il primo round con un duro gancio sinistro perfettamente a segno. Ma Bondavalli non si è scoraggiato, e nel momento della verità ha tirato fuori gli attributi, aggiudicandosi la seconda e terza ripresa, pressando il veneto e mettendo a segno colpi durissimi ed andando a vincere ai punti.

Nei match precedentI Kevin Costa ha pagato la tensione del debutto perdendo ai punti dal più esperto Grandi pur mostrando un buon pugilato. Ivan Terranova ha condotto un incontro sempre in attacco contro Delli Paoli, ma senza affondare i colpi e perdendo ai punti. Sconfitta anche per Emiliano Martinelli contro il più preciso Yao, mentre Lorenzo 'Hurricane' Martinucci ha aggredito Fogo dalla prima all'ultima ripresa, pressandolo senza lasciargli scampo con finte, incroci e una grinta da leone. Vittoria ai punti per Martinucci, che si giocherà il titolo interregionale dal 17 al 19 ottobre a Spoleto.

Duro ritorno sul ring dopo dieci anni per Michelangelo Varlese, che pur partendo è stato sorpreso da un preciso di Tomsa che l'ha fatto contare nella prima ripresa. Il reggiano ha sempre risposto colpo su colpo mostrando tutto il suo carattere da guerriero, ma alla seconda ripresa un'altro preciso colpo dell'avversario ha costretto il medico a sospendere il match a causa di una epistassi al naso. Vinto per Ko tecnico da Tomsa.
La vice campionessa italiana Giada Epifani ha dato vita a uno scontro feroce con la riminese Lisi di Rimini, aggiudicandosi il verdetto ai punti in quanto più continua e precisa.

Martin Mukaj contro D'Angelo ha condotto un match intelligente usando il diretto sinistro e scaricando all'occorrenza il destro, diminando tutte e tre le riprese, e vincendo il primo match senza caschetto.
Io fratello Oldrin Mukaj opposto al fighter puacentino Bottoni ha dominato il match mostrando tutte le proprie ottime qualità e vincendo di classe ai punti.