BOXE TRICOLORE OLMEDO MATTIA "LO SPARTANO" VERSO IL PROFESSIONISMO

18 Giugno 2018

Solo un verdetto di misura ai punti in finale, a dire il vero non condiviso dall'angolo reggiano, ha impedito a Mattia 'Lo Spartano' De Bianchi di conquistare per il secondo anno consecutivo il prestigioso torneo del 'Guanto d'Oro' nella categoria 56kg.

A fermo, nelle Marche, l'atleta di punta della Boxe Tricolore Olmedo, accompagnato come sempre dal maestro Michael Galli, ha superato di slancio i quarti di finale e le semifinali, battendo nettamente il toscano Simone Rao ed il sardo Francesco Sirigu, grazie al proprio pugilato fatto di velocità, tecnica, aggressività e tempismo che gli appassionati reggiani possono ormai ammirare da molti anni.

Nella finalissima contro il campano Gianluca Russo la stessa impeccabile condotta di gara non è bastata a convincere i giudici ad assegnare per il secondo anno il Guanto d'Oro a Mattia, che si è dovuto accontentare di quello d'argento.

Per il 20enne reggiano, maglia azzurra della Nazionale, si è trattato dell'ultimo torneo di una splendida carriera da dilettante, che si chiuderà l'8 luglio in piazza San Prospero con uno strepitoso record (a parte l'ultimo match da disputare) di 56 vittorie, 2 pareggi e 11 sconfitte. Nei prossimi mesi comincerà per lui una nuova avventura: quella del professionismo.

Avventura già cominciata per il suo compagno di palestra, il peso medio George Painstil, lo scorso 28 aprile sul ring del Mirabello con una vittoria sul toscano Stefano Manfredi, e che proseguirà il 5 luglio a Noceto, in provincia di Parma. Il secondo avversario senza caschetto di 'Big' George', sempre sulla distanza delle quattro riprese, sarà il romagnolo Michael Mainenti, allievo dell'ex campione del mondo Francesco Damiani, anch'egli al secondo incontro dopo aver vinto il primo.

BUDRIO.                                                                                                                                                                   Venerdì in provincia di Bologna hanno combattuto altri tre giovani atleti reggiani, accompagnati dal maestro Massimo Bertozzi, i quali hanno ottenuto contro pugili di casa un bottino positivo di una vittoria e due pareggi.     

Ivan Gortechii ha sconfitto Mirco Giampaglia, mentre Felice Tavecchio ed Emiliano Martinelli hanno impattato rispettivamente contro Mattias Nuhu e Fabrizio Sanfilippo.