BOXE TRICOLORE OLMEDO PREMIATA COME PRIMA SOCIETA' IN EMILIA ROMAGNA PER IL 2014

14 Dicembre 2015

Il promoter Sergio Cavallari ed il presidente della Boxe Tricolore Olmedo Franco Gualerzi hanno ricevuto domenica a Bologna dalle mani del presidente nazionale della Federazione Pugilistica Italiana Alberto Brasca il premio come prima società classificata (sulle oltre quaranta presenti) in Emilia Romagna nel 2014.

 

Lo scorso fu un anno record per il pugilato reggiano, con sette manifestazioni organizzate, 127 incontri disputati sui ring di tutta Italia con il 70% di risultati positivi, cinque campioni regionali, tre bronzi e un argento a livello nazionale. Ma si è mantenuto sugli stessi standard anche il 2015, al quale manca ancora però il gran finale, che sarà ovviamente costituito dal tradizionale ‘Santo Stefano Pugilistico’ sul ring del Palahockey il 26 dicembre con primo colpo di gong alle ore 15.30.

 

Cavallari e la Boxe Tricolore Olmedo stanno allestendo un programma di prim’ordine da offrire agli appassionati: saranno dieci i match dilettantistici con impegnati altrettanti giovani pugili reggiani, allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, contro pari categoria di altre società, prima del ‘clou’ professionistico ancora in fase di definizione, ma che vedrà sicuramente protagonista Erik ‘Dynamite Kid’ Bondavalli contro il pugliese Antonio Ieva. Il peso medio reggiano disputerà il suo quinto match da prof e ultimo sulla distanza dei quattro round, contro il forte ed agguerrito Ieva che si presenterà al Palahockey con un record di due vittorie e tre sconfitte.

I dilettanti che combatteranno il 26, contro avversari da annunciare, saranno: Lorenzo Galvani, Marisa Ferrara, Geremia Grisetti, Eros Truzzi, Cristiano Caiti, Nunzio Orefice, Claudia Salerno, Alessandro Iacono, Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi e George Painstil.

 

UFFICIO STAMPA BOXE TRICOLORE OLMEDO