BOXE TRICOLORE OLMEDO: TANTE SODDISFAZIONI IN GIRO PER L'ITALIA

19 Giugno 2017

Vincere fuori casa, nel pugilato, non è mai facile. La storia di questo sport è purtroppo piena di verdetti controversi, contestati, casalinghi, con i round incerti troppe volte assegnati dai giudici ai pupilli degli organizzatori. Per questo, oltre alle vittorie in serie ottenute sul ring amico del Palahockey o di piazza San Prospero (il 'Memorial Bondavalli' è previsto per sabato 15 luglio), fanno sensazione i continui risultati positivi ottenuti dai pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo in giro per tutta l'Italia, dove per portare a casa la posta bisogna dimostrare di essere nettamente superiori all'avversario. Merito ovviamente degli atleti, del loro valore e del loro impegno, ma anche della bravura dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, sempre aggiornati su tutti i pugili emergenti ed abili a scegliere accoppiamenti intelligenti per i loro ragazzi.

Non ha fatto eccezione la manifestazione di Budrio di sabato scorso, dove quattro pugili reggiani della Olmedo hanno ottenuto due vittorie e due pareggi contro atleti di casa. Nei junior 66 kg Samuel Serradimigni ha sconfitto per ko alla prima ripresa Luca Tolomei grazie ad un montante devastante e preciso. Nei 60kg Andrea Truffi, pur regalando un anno di età e parecchi match all'avversario Samuele Castellini, ha ottenuto un convincente pareggio. Negli youth 60kg Alexis Boussim si è reso protagonista di una grande prova contro Matthias Alaimo, sconfitto nettamente ai punti. Negli elite 73kg Emiliano Martinelli, al suo primo match senza caschetto, ha dominato i primi due round contro Fabrizio Sanfilippo, poi il ritorno del pugile di Budrio nell'ultima ripresa ha indotto i giudici a decretare un pareggio abbastanza stretto per il reggiano.