LA BOXE TRICOLORE OLMEDO TRIONFA NEL PRIMO APPUNTAMENTO DELL'ANNUARIO REGGIANO PUGILISTICO

21 Aprile 2014

 Sette vittorie ai punti, un pareggio e una sconfitta per infortunio, con grande prestazione finale di Eric ‘Dynamite Kid’ Bondavalli, premiato miglior pugile della manifestazione: è lo straordinario bottino conquistato dai ragazzi della Boxe Tricolore Olmedo sabato sera sul ring del Palahockey, in quella che è stata la prima delle otto manifestazioni pugilistiche in provincia di Reggio del 2014.

Questa impressionante serie di vittorie degli allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi non deve far pensare a match scontati o a senso unico: i confronti sono stati anzi tutti combattuti e avvincenti, e hanno strappato gli applausi dei numerosi appassionati presenti. Soddisfatti ovviamente gli organizzatori: la Boxe Tricolore Olmedo del presidente Franco Gualerzi in collaborazione con Sergio Cavallari e la Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia.  

In apertura ha debuttato il primo atleta della Iron Club Gym, la nuova società di Scandiano guidata da Valentino Manca: il 19enne Alex Fernandez ha dato vita con il modenese Costantin ad un combattimento equilibrato ed intenso, dimostrando coraggio e una buona impostazione tecnica, ma perdendo di misura ai punti.  Match non facile per Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci: il campione regionale 48kg era reduce da una contrattura al collo, e regalava parecchi centimetri al vicentino Bouali, ma è riuscito ugualmente a controllare le operazioni e portare a casa la vittoria.  

Il campione esordienti Cristiano Caiti ha dato vita con Marrandino di Parma ad una battaglia un po’ confusa, ma in cui nessuno dei due contendenti voleva fare mezzo passo indietro: vittoria ai punti al più efficace allievo del maestro Radano.  
Il campioncino Mattia De Bianchi, fresco di convocazione in nazionale, ha imposto al forte Sabau di Magenta un ritmo asfissiante, accusando un paio di colpi di troppo in apertura ma salendo in cattedra nel secondo e terzo round andando a vincere tra gli applausi del pubblico.  
Giusto pareggio nel confronto tra i due campioni regionali Alex Truzzi e Boldrini di Livorno, con il reggiano che solo a tratti è riuscito a sfruttare il proprio maggior allungo.  Sfortunato il veterano Michele Perna: dopo un buon primo round contro Harik di Parma, è stato costretto all’abbandono nella seconda frazione per un infortunio al braccio destro.  

Apoteosi per il superleggero Villiam Baldini, che ha combattuto senza caschetto contro l’altro elite Massignan di Vicenza, per una novità regolamentare di quest’anno. Più ci si avvicina alla boxe professionistica, più il demolitore Baldini riesce ad esprimere il meglio del proprio repertorio: il malcapitato avversario è stato atterrato nella seconda ripresa da un perfetto gancio destro d’incontro, ed è stato contato anche nella terza al termine di una serie di colpi impressionante. Vittoria ai punti per il reggiano tra gli applausi.  

Vittoria sudatissima per Ion ‘Iceman’ Mihelea contro il forte modenese Marleci, che ha dato del filo da torcere al freddo moldavo per tutti e tre i round.  Affermazione invece netta per l’ottimo Oldrin Mukaj contro il forte parmense Bertolini, al quale il talentuoso reggiano, sempre velenoso e mobile sulle gambe, ha impartito una vera e propria lezione di boxe.  

Apoteosi finale con la punta di diamante della Olmedo, il supermedio Eric ‘Dynamite Kid’ Bondavalli, impegnato contro il rapido ed esperto Korouma di Parma, probabilmente l’avversario più forte incontrato finora. Bondavalli ha attaccato senza soste per tutto il match, riuscendo finalmente ad esplodere la propria proverbiale potenza nel terzo e ultimo round, atterrando nel tripudio del Palahockey un Korouma fino a quel momento sgusciante e imprendibile.