TUTTO PRONTO PER IL SANTO STEFANO PUGILISTICO INSIEME AD A.C. REGGIANA 1919

21 Dicembre 2013

Scatta il conto alla rovescia per il tradizionale Santo Stefano Pugilistico, che quest’anno raddoppia diventando una maratona di pugni in due atti per permettere a tutti gli atleti della Boxe Tricolore Olmedo di combattere davanti al proprio pubblico dopo mesi di duro allenamento. Tra i numerosi appassionati reggiani (e non solo) di ‘noble art’ che il 26 assisteranno al Palahockey agli incontri, ci saranno anche alcuni calciatori della Reggiana. Così Luca Quintavalli (ex pugile e titolare della Olmedo, il main sponsor della Tricolore) commenta il ‘gemellaggio’ tra calcio e boxe: «Siamo fieri di aver coinvolto in un evento per noi tanto importante l’interesse di un’altra eccellenza sportiva nata a Reggio Emilia quasi un secolo fa: l’A.C. Reggiana 1919, che ha risposto con entusiasmo al nostro invito in quello che, più di una visita formale della rappresentativa di prima squadra, sarà un amichevole gemellaggio. Ringraziamo A.C. Reggiana 1919 per la grande disponibilità e per lo spirito collaborativo dimostrato fin da subito».  Gli organizzatori del ‘Santo Stefano’ _ Sergio Cavallari e la Tricolore Olmedo del presidente Franco Gualerzi _ hanno previsto un’inedita ‘maratona pugilistica’ divisa in due ‘atti’, con una decina di match il pomeriggio (dalle 16 alle 18.30 circa), una decina la sera (dalle 20.30 alle 22.30), e la possibilità di cenare all’interno del palazzetto. 15 euro il prezzo del biglietto per l’intera manifestazione, 10 per uno dei due singoli ‘atti’. Saranno impegnati tutti o quasi i giovani dilettanti reggiani, allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, contro pari categoria di altre società. Tra di loro anche le due ragazze, Giada Epifani e Stefania Costi. Il programma definitivo sarà presentato ufficialmente alla stampa e agli appassionati stamattina (SABATO) alle ore 10.45 nella palestra della Tricolore in via Campioli in zona Cavazzoli, dove tutti i ragazzi si allenano duramente ogni sera.